Iniziative NOINC di fine Novembre

Ci troviamo nuovamente ad un passaggio fondamentale per la lotta contro l’inceneritore di Albano. Ancora una volta il monopolista dei rifiuti Manlio Cerroni torna a chiedere soldi al ministero dello Sviluppo Economico, per devastare il nostro territorio e annientare le nostre condizioni di salute.
Non ci sono più dubbi: FONDI PUBBLICI NON SONO DOVUTI A CERRONI PER COSTRUIRE IL SUO IMPIANTO DI MORTE.

Tutto ciò a meno che il ministro ZANONATO non voglia emulare SCAJOLA, quando ha asserito il falso garantendo l’esistenza di un cantiere fantasma. Siamo alla resa dei conti , l’AIA DEL 2009 è stata resuscitata dal consiglio di stato nel marzo del 2012, sarà interessante vedere se il COEMA è in grado di costruire l’inceneritore con i soldi propri.

PER CANCELLARE L’INCENERITORE DI ALBANO
VENERDI 15 NOVEMBRE ORE 10,00
PRESIDIO SOTTO IL MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO VIA MOLISE 2 ROMA

Nel frattempo continua la vergogna della discarica di Roncigliano con le sue esalazioni da rifiuto locale e romano.

ABBIAMO INTENZIONE DI APRIRE PRESSO IL TRIBUNALE DI VELLETRI UNA AZIONE POPOLARE CON IL CORREDO DI TUTTE LE CAUSE CIVILI CHE I CITTADINI VORRANNO INTRAPRENDERE, PER FARE CIO’ ABBIAMO BISOGNO DI ALMENO 1500,00 ALTRI EURO A BREVE, INVITIAMO TUTTI ALLA SOTTOSCRIZIONE NECESSARIA, Ed a partecipare alle iniziative di autofinanziamento, a partire dalla

CENA DI SOTTOSCRIZIONE,
Sabato 23 novembre,
via Montagnano 35, Ardea, ore 20.30