Organizzazione, Autorganizzazione e spontaneismo: 4 chiacchiere su di noi

Lo scorso 20 settembre nella riuscita iniziativa all’Orto-InsOrto “Settembre andiamo è tempo di….lottare” ci eravamo lasciati con l’impegno a continuare il confronto ragionando sul tema dell’organizzazione.

In tempi di pensieri deboli, “politiche fluide”, individualismi e egoismi imperanti (specie nella sempre più decadente Europa), partiti leggeri e sindacati trasformati in agenzie di servizio mentre anche in quel magma indefinito che continuiamo ad ostinarci a definire movimento antagonista prevale la fuga postmoderna, la fascinazione delle parole, oscillando fra la ricerca di nuovi posti al sole per il “ceto politico di movimento” e le fughe impossibili dal capitalismo; in tutto questo, parlare di organizzazione ci sembra una necessità quantomeno per riconoscersi su uno stesso crinale dell’azione.

Naturalmente lungi da noi parlare di organizzazione con la O maiuscola – non abbiamo né tessere né associazioni da proporre – vorremmo solo ragionare insieme su quali possano essere i processi organizzativi, le sperimentazioni possibili per i milioni di proletarie e proletari che sempre più sono spinti alla miseria dall’offensiva padronale e che hanno sempre maggiori difficoltà a rispondere adeguatamente a questa offensiva.
E’ chiaro che non sarà una assemblea, per quanto ben riuscita, che potrà permetterci di sciogliere questi difficili nodi ma, più realisticamente, quello che auspichiamo possa derivare dal confronto che proponiamo è la messa a comune delle proprie esperienze di lotta, la verifica delle proprie prassi, la ricerca di un linguaggio comune che offra ai proletari ed alle proletarie, con i quali quotidianamente lavoriamo perché ne siamo parte, una possibilità di riconoscersi come classe e indicare con chiarezza i nostri nemici: i padroni, il patriarcato, le chiese, la finanza, i sistemi di controllo e repressione, le guerre…

Consapevoli che solo il corretto processo prassi-teoria-prassi e il lavoro di massa potranno sciogliere questi nodi, per iniziare a parlare su come “organizzare le istanze dell’autorganizzazione” abbiamo organizzato una assemblea
DOMENICA 8 NOVEMBRE 2015
dalle ore 17:30
AL NIDO DI VESPE
via dei Ciceri, 131 (zona Quadraro)

A seguire CENA a sottoscrizione
Nel corso della giornata presentazione del nuovo numero di Aut.org

Per la critica della mediazione politica, per l’autocritica dei meccanismi autoreferenziali,
per il rilancio di un processo organizzativo.