Comunicato del Coordinamento degli assistenti specialistici ed alla comunicazione

L’anno scolastico appena iniziato ha visto un forte taglio delle ore di assistenza specialistica per gli studenti disabili delle scuole superiori di Roma e Lazio.
Il risultato dei tagli sono drammatici: molti studenti con disabilità hanno perso un servizio fondamentale per accedere al diritto allo studio e centinaia di lavoratori sono rimasti senza lavoro o con una riduzione notevole delle ore lavorative e quindi del salario.
Il coordinamento degli assistenti specialistici e alla comunicazione ha deciso di non mollare la lotta e di portarla in ogni luogo dove gli attori istituzionali responsabili sono presenti.
Per richiedere un incontro con Massimiliano Smeriglio (assessore e vice presidente della regione Lazio), ed alle istituzioni territoriali e nazionali, il coordinamento degli assistenti specialistici e alla comunicazione ha fatto irruzione alla presentazione del libro di Gianluca Peciola (già consigliere del comune di Roma)“il sindaco Marino e la grande corsa”.
Saliti sul palco del teatro, gli assistenti hanno ricordato a Massimiliano Smeriglio che da marzo scorso richiedono un incontro con le istituzioni regionali per discutere del futuro dei lavoratori e dei tanti studenti disabili per cui l’assistenza è fondamentale. Dopo mesi di silenzio e qualche vana promessa, i tagli di settembre hanno reso ancora più difficile una situazione che era già estremamente critica.
La sordità di Smeriglio, di Zingaretti, Marino e dei tanti, che come loro hanno la responsabilità di garantire l’accessibilità e l’inclusione dei disabili nelle scuole e condizioni di lavoro dignitose, sarà interrotta con la lotta.
Oggi dopo l’intervento strappato sul palco del teatro Ambra, il vice presidente della regione Lazio, ha promesso nuovamente un confronto ed un tavolo con i lavoratori, il coordinamento in caso non dovesse arrivare in tempi brevi è già pronto a mettere in piedi iniziative di protesta in tutti i luoghi possibili.
Non si può permettere che centinaia di disabili siano costretti a non andare a scuola e non si può permettere che centinaia di lavoratori perdano il lavoro ed il salario.

Roma 22/09/2015
Coordinamento degli assistenti specialistici ed alla comunicazione
assistentispecialisticiromaest@gmail.com